A.C.F. Analisi ” De laude novae militiae” (parte quarta e ultima)

[…]Innanzitutto certamente non manca la disciplina, né l’obbedienza viene mai disprezzata1: poiché, secondo la testimonianza della Scrittura, Il figlio disobbediente perirà (Eccl, XXII, 3) e opporsi alla disciplina è peccato pari all’esercizio della magia, e non voler obbedire è peccato quasi come l’idolatria (I Re, 15, 23)2. Ad un cenno del superiore si viene e Read More …

A.C.F. – Analisi “De laude novae militiae” (parte due)

“[…] Pertanto, cos’è cavalieri questo errore tanto sbalorditivo, questa follia tanto insopportabile: compiere la vostra milizia con tante spese e fatiche senza nessun altra ricompensa se non la morte ed il crimine?1 Bardate di seta i cavalli, e sopra le vostre armature indossate non so quali bande di stoffa ondeggianti; dipingete le lance e gli Read More …