Origini della Giostra di madonna Libertà

Dal 1329 la Piazza Santa Croce diveniva per tre giorni il teatro di tornei. Cavalieri e donzelli si spronavano incontro, s’investivano con le lance in resta, cavalcando destrieri coperti di drappi di setaed ornati di sonagliere. Sempre più in tali spettacoli presero il sopravvento lo sfarzo, il gioco, la fantasia. Più tardi avvenne che gli inviti a partecipare a una giostra in quella piazza fossero fatti nel nome di una bella, “chiamata Libertà”; per l’amor suo dovevano misurarsi i campioni, mntre poi “madonna Libertà” avrebbe offerto al vincitore una bella ghirlanda ed una lancia, “in onore del popolo di Firenze, della Libertà e della Parte Guelfa”.

( fonte: Robert Davidshon – Storia di Firenze )

 

 

jan-van-der-straet-horse-joust-in-the-piazza-santa-croce

 

 

 

Guelfi