Cavalleria Fiorentina

Il gruppo della Cavalleria armata fu presente nel Corteo della Repubblica fiorentina  per la prima volta sin dai primi anni ’50 comandata dal Maresciallo Mele, all’epoca Comandante dei Carabinieri a cavallo, era composta da ben 16 Cavalieri con cavalli bardati di gualdrappe. Più tardi, verso al fine degli anno ’70  con la scomparsa del Comandante, fu deciso di sciogliere il gruppo dei Cavalieri lasciando all’interno del Corteo solamente il gruppo dei Nobili a cavallo.

Dal gennaio 2012 fino al termine del 2014, grazie all’impegno di Renato Di Marcantonio, al tempo Capitano Generale dei Cavalieri, e con l’importante collaborazione  del Cav. Luciano Artusi, Direttore del Corteo della Repubblica fiorentina, il gruppo ha rappresentato la Cavalleria armata fiorentina impegnata durante l’assedio che il 5 maggio 1530 sbaragliò la Cavalleria Imperiale tra San Gaggio e Bellosguardo, sotto la nuova denominazione  di Cavalleria Pesante della Repubblica fiorentina.

Il gruppo ha il prestigio di aver riportato alla luce in Piazza Santa Croce la giostra in armatura pesante dopo cinquecento anni dall’ultima disputa. Il nobile gioco equestre, oggi come allora, viene disputato in onore di una bella chiamata “libertà”; per lei i Cavalieri si sfidano “lancia in resta” e alla fine Madonna Libertà dona in premio al vincitore una lancia riccamente adornata in onore del Popolo di Firenze, della Libertà e della parte Guelfa.

11051372_10206333366441837_342712888_nNel 2014 la Compagnia dà vita all’Accademia Cavalleresca Fiorentina, struttura formativa rappresentata ieri come oggi dal Capitano della Cavalleria Renato Di Marcantonio. L’Accademia Cavalleresca Fiorentina è la sezione riservata allo studio e all’opprofondimento della Cavalleria Monacale e Secolare riferita al territorio fiorentino e toscano. Lo studio prevede la realizzazione e la partecipazione a STAGE didattici di storia Cavalleresca dediti all’assimilazione dei Valori cavallereschi e allo studio delle tecniche di combattimento adottate dai Cavalieri dal medioevo al rinascimento. Il programma annuale accademico nasce per la completa preparazione didattica, marziale ed equestre oltre ad avere la possibilità di essere iscritti ad una serie di eventi sportivo-rievocativi di assoluto prestigio.

cav